ASSOCIAZIONE -TANGOQUERIDO-MESSINA 

Organizza MILONGA a CASTELMOLA

       

    Amici Blogger unitevi….,Vi Aspetto! La vostra amica tumbergia!

Annunci

La mia adorata Taormina

    La mia adorata Taormina 

         

Taormina si trova esattamente a circa 200 metri sul livello del mare ed ha una conformazione particolare cha la fa somigliare, nella sua struttura, ad una vera terrazza arricchita da una bella vista panoramica nella quale spicca in maniera prepotente il vicino vulcano Etna. Qui il turismo è attivo tutto l’anno ed è agevolato non solo dalla bellezza culturale e naturalistica tipica della città ma anche da un buon sistema ricettivo e ricreativo e dal tipico calore umano siciliano.
Nel corso dei secoli, la città è sempre stata una grossa meta turistica che ha ospitato anche delle personalità celebri, a partire da Guglielmo II di Germania, numerosi scrittori come Goethe, Maupassant, D. H. Lawrence, A. France, Oscar Wilde, Brahms, stilisti del calibro di Dior, nobildonne illustri come Florence Trevelyan, il pittore tedesco Geleng, nobili inglesi e francesi.
La bellezza di Taormina ha anche avuto il merito di conquistare numerosi registi che l’hanno scelta come set ideale dei loro film, a partire da Michelangelo Antonioni che proprio in questa città ambientò la sua opera "L’Avventura".
Chi è interessato alla visita della città subirà lo stesso fascino che essa ha esercitato sugli uomini illustri appena citati e può scegliere tra varie alternative offerte dalla zona.
Il Corso Umberto, che è un pò il grande salotto di Taormina, si anima sin dalle prime ore del mattino. Le coppie passeggiano tenendosi per mano, sostano davanti ai negozi-bazar (che espongono di tutto, dai ricami al ferro battuto, alle sculture in legno, ai souvenir), firmano cartoline nei bar delle piazza. Nel pomeriggio, salgono fino alla sommità della cavea del teatro antico, per godere da lassù lo spettacolo del tramonto (come faceva il francese André Gide, in mantello nero e cappelluccio pendulo). Domani andranno a piedi verso Castelmola, incideranno i loro nomi e la data su un’agave. O scenderanno al mare: basta un po’ di sole per popolare, anche d’inverno, le spiagge di Isola bella, Mazzarò, Spisone.
La baia dell’Isola bella”, spiega Saglimbeni, “è ancora quella di Goethe e del Kaiser. Le coppie in cerca di solitudine la preferiscono alle più sofisticate spiagge di Mazzarò e Spisone. Sfrecciano i motoscafi, al largo. Ma i turisti preferiscono ancora le vecchie barche dei pescatori, odorose di alghe e di pece. Si va in gita alla Grotta azzurra, alle rocce del Capo, al lido di Naxos…

 

 

 

 

APPELLO !

AIUTIAMO RICCARDO !

Riaccendiamo la speranza per Riccardo e la sua famiglia.La mia amerezza si spinge sempre oltre a quelli che sono i sentimenti, il mio desiderio sarebbe quello che bambini e adulti affetti da malattie gravi e rare non dovessero subire altri patemi d’animo … per non gravare sulle sofferenze. Dal momento che (dodoc)  3minuti.splinder.com mi ha segnalato il caso di Riccardo ,eccomi qui a pubblicarne il post e il video,fallo pure tu e collegati al blog http://blogfriends.splinder.com/ Il cuore di tutti noi è molto grande.Grazie,amici!

TANGO

     

Oggi,mi pregio di postare una poesia di Tamango dedicata al Tango argentino

TANGO

Occhi chiusi, la mia tempia sulla tua.
Rughe di vita trasmigrano vibrazioni e
sento lacrime di pelle sulla nostra anima
in cerca di solchi su cui scorrere.
Trascini il mio abbandono fino al sogno
di un bandonèon e dentro ai tuoi grandi occhi
vespro rosso e  labbra di seta!
La mano al  fianco caldo mi porta a te,
deciso e dolce ,come desiderio da esaudire:
morbidi e voluttuosi movimenti,
cadenze ritmate di una milonga
in una notte d’estate con te,
compagno sconosciuto che ami
ciò che amo.
 Adesso è Tango  quel cuore
pazzo e incosciente che danza l’amore
tra cielo e stelle,
tra mare e rena .
Dimentico il mondo e amo
mentre evapora l’ultima goccia di me!

            TAMANGO

Lo spettacolo nello spettacolo

      

Dall’Antico Teatro Greco di Taormina…con la complicità della LUNA ..che vuol essere protaganista …insieme  ad Una presenza d’eccezione, di autentico spessore mondiale, ieri sera, Lorin Maazel, uno dei più celebri ed amati direttori d’orchestra al mondo.Star del podio conteso dai maggiori festival internazionali, ha diretto nella suggestiva cornice del Teatro Antico, la Symphonica Arturo Toscanini. Un evento musicale di assoluto prestigio che riporta Taormina Arte agli onori dell’attenzione mondiale, tra i grandi festival estivi non solo europei. Ad applaudire il maestro Maazel oltre tre mila persone che sotto il cielo stellato di Taormina hanno ascoltato l’impeccabile esecuzione di : “Shéhérazade” di Nikolaj Rymskij Korsakov, “Ouverture n. 3 “ di Ludwig Van Beethoven, “Salome: Danza dei sette veli” di Richard Strauss e la magica voce del soprano Nancy Gustafson.
Maazel e la Symphonica Toscanini emozionano il Teatro Antico . E la vostra amica Tumbergia…ne subisce tutto il fascino..,insieme agli amici dell’affetto sano e genuino di sempre. (foto tumbergia)