Un pensiero per Gavito

 IL GALATEO DELLA MILONGA

testo di Carlos Gavito

1- Quando si entra nella milonga ed è in corso un ballo non si attraversa la sala e si cerca di raggiungere il più rapidamente possibile il proprio posto camminando lungo la disposizione dei tavoli per evitare di intralciare il passo alle coppie che stanno ballando.

2- Al tavolino, mentre è in corso un ballo, si cerca di stare in silenzio per non disturbare la concentrazione dei ballerini e per non coprire la musica.

3- E’ maleducazione parlare durante le comunicazioni  e soprattutto durante le esecuzioni del complesso orchestrale.

4- La direzione del ballo è esclusivamente da destra a sinistra, quindi nel senso contrario a quello dell’orologio.

5- La coppia si muove sempre e soltanto in avanti sulla stessa linea ideale. Non ondeggia a destra e a sinistra, non taglia la strada ad altre coppie, non effettua alcun passo indietro.

6- Il tanguero effettua la salida sul 2 (uscita laterale a sinistra) perché eseguendo l’1 (passo indietro) potrebbe urtare la coppia alle sue spalle. Prima di eseguire la salida controlla se dispone dello spazio necessario. In caso contrario, aspetta ad inizio sala senza intralciare le coppie che stanno già ballando.

7- Durante il ballo il tanguero evita sempre il passo indietro.

8- Il tanguero durante il ballo controlla sempre lo spazio davanti a sè, a destra e a sinistra per evitare lo scontro con altre coppie

9- Il tanguero si preoccupa di non condurre la propria ballerina addosso ad altre coppie

10- Se la milonga è affollata il tanguero evita in modo particolare di comandare alla propria ballerina il voleo medio e alto, ganci,etc.

11- Se la milonga è affollata la coppia non si ferma mai per eseguire una figura, se non negli spazi eventuali a fondo sala. La coppia che insiste nell’invadere lo spazio con figure può essere invitata ad abbandonare la milonga.

12- Le coppie avanzate evitano di creare imbarazzo alle coppie principianti e tollerano i loro errori. Le coppie principianti devono tenere presenti le regole della milonga.

13- Ai ballerini che non si conoscono si offre una cordiale accoglienza

14- I ballerini si salutano anche se non si conoscono

15- Quando si lascia la milonga non ci si scambiano i saluti creando gruppi nello spazio delle coppie che stanno ballando.

Per ascoltare i video staccare il player a sinistra cliccando il secondo bottoncino

Il maestro Carlos Gavito y Maria Plazaola

Annunci

ALI’ TANGO

           

Sabato 26 Gennaio 2008
ore 20.30

AlìTango
Milonga alla Chiesa Vecchia
Via Nazionale 56 AlìTerme (ME)

locandina >>

ingresso 5 E
info          +393382459351    

Un grazie particolare ad Angela e Carmelo di Alì.

Cinema Festival dello Stretto

    

Cinema: Al Via la II Edizione Del Festival Dello Stretto

Messina, 14 gen. (Adnkronos/Adnkronos Cultura) – Al via la seconda edizione del Festival cinematografico dello Stretto che si svolgera’ a Messina dal 22 al 26 gennaio. Tra le protagoniste principali ci saranno l’attrice napoletana Lina Sastri e l’emergente Martina Stella, scoperta da Gabriele Muccino. Ritorna, dunque, per il secondo anno, il progetto promosso dalla casa di produzione Entr’Acte, in collaborazione con il centro commerciale di Tremestieri e la Multisala ”U.C.I. Cinemas” della citta’ siciliana, dove sono previste le proiezioni. La manifestazione si avvale del patrocinio del comune e dell’Universita’ di Messina, dell’Istituto Luce, di Cinecitta’ Holding e del Centro Sperimentale di Cinematografia, Cineteca Nazionale.

In programma anche ”La retrospettiva – Omaggio a Damiano Damiani”. Il regista sara’ ospite della rassegna. Per l’occasione saranno proiettati i film ”Il rossetto” (1960, film d’esordio appena restaurato), ”La rimpatriata” (1963, appena restaurato), ”La noia” (1963, tratto dall’omonimo romanzo di Alberto Moravia), ”L’istruttoria e’ chiusa: dimentichi” (1971), ”Il sorriso del grande tentatore” (1974), ”L’avvertimento” (1980), ”Pizza Connection” (1985) e il recente ”Assassini nei giorni di festa” (2002).

Per informazioni, Entr’Acte, Viale Cadorna n. 22, 98122, Messina, telefono               090/771030       , o cell.               340/7112568       , e-mail info@anghelospress.it, sito Internet www.coopentracte.it

I miei complimenti ed il mio in bocca al lupo alla cara  amica Anna M. promotrice e organizzatrice della manifestazione .

"Osando in ciò in cui si crede, si tiene in vita il cuore della nostra bella città" .Tumbergia.

Ingrid Bergman

   

                 

(locandina : ingrid Bergman e Humphrey Bogart nel film "Casablanca")

Ingrid Bergman

La mia diva straniera preferita.
E’ stata una donna anticonformista per i tempi in cui ha vissuto.
Pur essendo bellissima, possedeva qualcosa in più: un talento fuori dal comune.
In pochi anni divenne l’attrice più popolare d’America, interpretando capolavori come Casablanca, Angoscia, Notorious, Per chi suona la campana, Dottor Jekyll e Mr.Hyde, Giovanna D’Arco.
Narra la leggenda che, nella primavera del 1948, Ingrid e Petter videro un film, Roma città aperta: l’attrice uscì profondamente colpita da quel modo di girare, così lontano da quello a cui Hollywood l’aveva abituata. Per questo motivo scrisse al regista Roberto Rossellini, il quale, pochi mesi dopo, la invitò a partecipare come attrice protagonista alle riprese del film Stromboli.
In Ingrid Bergman riconosco l’unica diva che con le sue interpretazioni , circa un ventennio fa,ogni lunedì sera mi ha tenuta incollata alla tv apprezzando tutte le sue doti artistiche.

Una passione di nome Tango…

    

 Dipinto : La Milonga del Domingo – Venezia

100 ANNI DI TANGO

100 Anni di Tango è una storia di ricordi, emozioni, passioni. Uno spettacolo di musica e danza che attraversa il tempo, per raccontarci, attraverso le mille suggestioni di una milonga, le speranze e i sogni che appartengono a ognuno di noi. Che un abbraccio, ballato sulle note melanconiche e ritmate, ci fa tornare alla mente, come un brivido sulla schiena. Che ci spinge a voler ballare ancora, a voler ascoltare e parlare di Tango, a voler vivere? Cosa è cambiato nel mondo e nella nostra vita in cento anni?

TANGOS

Il tango-milonga, la milonga lenta, il vals criollo, il tango salón che esprime l’eleganza del tango da sala, il tango canción con la sensibile poesia della voce cantante, il tango fantasia – nato nei concorsi di ballo nei primi anni ’40 – sino ad arrivare al moderno tango-danza da palcoscenico. In tutti questi esempi c’è un’unica anima e un’unica essenza, che è la sensualità dell’abbraccio tra uomo e donna, la sintonia di due che diventano uno … la danza dell’amore per eccellenza. TANGOS ci immerge nell’anima del tango in un excursus che inizia nei primi del ‘900, guidati dalle poesie di Jorge Luis Borges recitate dall’attore Carlo Caserta, dai tangos e milongas di 3 coppie di ballerini della Compañìa GENTE DE TANGO e i tangos cantati dal giovane talento argentino Rubén Peloni, accompagnati dalla chitarra di Adriàn Fioramonti.

dal sito 100anni di tango.it