ER BRIDGE

Poesia in vernacolo. Frasi di uso comune nel gioco del Bridge che lasciano spazio ad equivoci e all’ironia. Poesia dedicata  all’amico Mauro Antonetti(mauropiadi.splinder.com), romano de Roma che come me adora e gioca a Bridge.

ER BRIDGE 

Er sor conte, ner fare l’assunzione
der nòvo maggiordomo, disse: "Esiggo
morta puntualità e discrezzione,
e sopra ‘ste dù cose nun transigo!

    Oggi, p’er brigge ciò delle invitate
    per cui alle cinque er thè voi servirete,
    alle cinque precise e, ricordate,
    discreto soprattutto voi sarete."

Ar contrario de tutte st’istruzzioni
er maggiordomo servì er thè alle sette!
Nun ve dico er rompimento de minchioni
der conte che l’avrebbe fatto a fette.

    Ma appena tutti quanni se n’annorno
    der ritardo cercò la spiegazzione.
    Er maggiordomo con faccia de corno
    disse: "L’ho fatto pe la discrezzione:

so’ venuto alle cinque, e dicevate,
rivorto alla marchesa de Belluno:
"’Na mano sotto nun ve la leva nessuno."
Che restavo a vedè che facevate?

    Tornai mezz’ora dopo, pe’ riprova,
    ma stavorta era proprio la marchesa
    che diceva: "Che palo lungo se ritrova!
    Così lungo è facile l’impresa"

E voi de rimanno risponnete:
"Beh, nun me lagno e certo nun è male,
ma l’apertura vostra che c’avete
è morto bella e servirà in finale".

    A sentì  ‘sto parlà, ognuno vede,
    che pe’ la discrezzione me n’agnede.
    Tornai pure alle sei, e, servognuno,
    dicevate alla marchesa de Belluno:

"Marchesa, ne abbian fatte solo quattro,
solo quattro senza arcuno sforzo,
n’antre quattro ce vonno de rinforzo
se noi volemo mantené ‘r contratto!"

      Penzai, senza bisogno d’arriflette,
    che se pe’ quattro c’è vorzuta un’ora
    pe’ n’antre quattro ce ne vòle ancora
    una, perciò venni alle sette.

Discreto e puntuale, voi vedete,
ch’io sarei quello che volete.
Se dovessi da fà quer che voi fate
su ‘sto punto, sor conte, ve sbajate,

    soprattutto che mentre annavo giù
    v’ho inteso dì: "E’ proprio ‘na disdetta,
    se nun ciavessi avuta tanta fretta
    n’avrei potuta fare n’antra in più".

A me ‘ste cose me pareno prodezze,
e m’arillegro si potete falle,
però che v’ho da dì, certe bassezze
sarebbe mejo de nun divurgalle!

    Ho inteso dì, sor conte ner salotto,
    da uno ad arta voce con fracasso:
    "So’ proprio io che v’ho messo sotto
    coprenno vostra donna cor mio Asso!"

Ho inteso pure n’a conversazzione
tra due per la loro preferenza:
ognuno n’accettava discussione,
un’era per l’Hattù, l’artro per Senza.

    E poi quello che dice a ‘na signora:
    "Me mancava ‘na mano e pe schizzà
    io de certo non ciò messo un’ora
    e con un fiore ve l’ho messo in man!"

Insomma, signor conte, sarà fino
parlà così a casa de ‘n signore,
forze me sbajerò, sarò in erore,
se parlava così dentro ar casino!

    Per cui ve lo dico con franchezza, 
    io fra otto giorni me ne vado:   
    ve prego de ‘n pijallo pe’ stranezza 
    s’alla morale io troppo ci abbado!"
 
Der Brigge amichi, io ve raccomanno
de stare attenti ‘n pò come parlate,
quanno che a brigge tra de voi giocate,
sennò li servitori se ne vanno!

Autore ?? sicuramente un giocatore di Bridge.

~Inserire immagini piccole. Il blog va fuori asse. Grazie.~

Annunci

42 commenti

  1. Prima legge del bridge E’ sempre colpa del compagno…

  2. Mamma mia! Sono ancora piegato in due dal gran ridere… Questa poesia mi ricorda tanto un libro che avevo, andato forse perduto nei tanti traslochi: se riuscirò a recuperarlo, te lo passerò volentieri!
    In effetti il linguaggio del bridge è pieno di doppi sensi; la dama sotto il suo re, ma sopra il suo fante è la più classica…
    Quanto al romanesco, che dire? Mi pare più trilussiano (e dunque di vaghe ascendenze burine, se non altro per la grafizzazione: thè scritto così nun ze po’ propio legge…) rispetto al Belli o al Pascarella, che erano dei “puristi” (e che io tento, modestamente e modernamente, di seguire)…
    Grazie comunque per questo splendido post; ma perché non utilizzare lunamarebridge? l’hai già abbandonato???

  3. Troppo carina e simpatica d’altronde da te con la tua ironia e simpatia c’è d’aspettarsi questo e altro…..Io vi stò aspettando!!!!
    un bacio mega….AnnA

  4. Ah, m’ero dimenticato la seconda legge del bridge: se non è colpa del compagno, allora è delle carte che non stanno mai dove dovrebbero essere… 😉

    Un abbraccio
    Mauro

  5. Mauro, lunamarebridge è attivo, si accede con il link perchè è una seconda pagina di solemarecielo.
    Per impegni vari e per il momento ci incontriamo per fare 4 smazzate in casa. Dopo il trasloco del circolo stanno riavviando la sezione.
    A dopo!

  6. buona domenica 🙂

  7. ah,ah,ah,…Molto simpatica e divertente. Mi ha ricordato il miglior Trilussa. Ciao, Pietro.

  8. Carina,davvero deliziosa!
    Che ne dici se ci facciamo una partita con queste carte?

  9. Carina,davvero deliziosa!
    Che ne dici se ci facciamo una partita con queste carte?

  10. buona serata stella un baciotto…
    AnnA

  11. un bacio

  12. un bacio

  13. La poesia è davvero divertente, ho colto i doppi sensi, il bridge è buio totale!
    Anzichè un mazzo di carte, ti porto un mazzo di fiori.
    Buona notte!

  14. eh però…pensavo che questi detti fossero solo per la briscola in cinque!!
    un sorriso

  15. 15 minuti fa ho fatto un commento che di bridge sconoscevo tutto, è svanito nel nulla? come mai non appare? mistero…

  16. grazie della tua visita al mio blog!!!..non so giocare a bridge.. solo a ramino ;(..buonanotte ;)Alice**

  17. Bellissima…il romanesco è come la cigliegina sulla torta…..smk

  18. È stata pubblicata la seconda parte, sei vuoi… 😉

    Un abbraccio
    Mauro

  19. È stata pubblicata la seconda parte, sei vuoi… 😉

    Un abbraccio
    Mauro

  20. dolce notte stella…
    AnnA

  21. Carissima Commare,
    Parranno ccu vossia, incuriosito, passai da commare Tam, non visti nuddu a nura, forse ti riferivi all’avatar? Beh…ma non si viri nenti sulu i spadduzzi, u post è m’ pocu vastaseddu ma a doppiu sensu.
    Baciamu li manuzzi Cummaredda
    Mel

  22. Vero Vero!!! smk

  23. Per “l’amor che muove il sole ele altre stelle”:
    Per te!

  24. Per “l’amor che muove il sole ele altre stelle”:
    Per te!

  25. Ci voleva qualche risata. Bene. La maggior parte di noi partecipa emotivamente più volentieri specie nelle frasi a doppio senso
    jollytre

  26. Io non ci so giocare 😦
    Buona settimana…

  27. Se col bridge si può fare, tutte queste belle e giocose attività …Io invece vorrei imparare…e con molta velocità..
    By

  28. è nato il blog dello Zodiaco
    se vuoi inserire il tuo segno
    basta che copi il codice
    e lo inserisci nel tuo blog
    ti aspettiamo

    Lo zodiaco

  29. LA TESTIMONIANZA Il gioco del BridgeIl Bridge è il gioco più diffuso del mondo e annovera un numero di proseliti superiore a quello di qualsiasi altro gioco. La ragione di questo successo va collegata al fatto che il Bridge è gioco universale, che può essere praticato da chiunque e dovunque, con il medesimo linguaggio e con la medesima tecnica, senza particolari strumenti, essendo sufficienti quattro persone ed un mazzo di cinquantadue carte.

    Rossacorallo smentisce la testimonianza: _ è un gioco difficilissimo, 15 anni son passati dal mio approccio ad un corso gratuito con lezioni impartite in un circolo della mia città frequentato dai miei genitori. Dopo un mese fui trasferita per motivi di lavoro.
    Non ho più ripreso il corso, è un gioco bellissimo e difficile.
    Tornerò sull’argomento.
    Salutoni!

  30. Che bella sorpresa! Ero entrata un attimo nel mio blog quando ti vedo la foto tua con A. Sono contentissima!!! Non vedo perchè dovrei cancellarla. Grazie!
    Tornerò per il commento, un abbraccione.

  31. Ho dato uno sguardo alle regole… ma è una specie di Briscola a chiamata…
    Un abbraccio..
    By

  32. buona serata stella un bacione…
    AnnA..

  33. Che simpatica :))))))

    Un abbraccio e…

    Lia

  34. Cara Tumbergia, ti auguraro la buonanotte e un dolce riposo con una tazza di…

    E, in previsione di domani sera, tanta, tanta… sai cosa!

    Un abbraccio forte forte
    Mauro

  35. Cara Tumbergia, ti auguraro la buonanotte e un dolce riposo con una tazza di…

    E, in previsione di domani sera, tanta, tanta… sai cosa!

    Un abbraccio forte forte
    Mauro

  36. dolce notte un bacio donna splendida….AnnA..

  37. Il gioco del bridge,mia cara, è solo per i super…
    Comunque per stasera

  38. Il gioco del bridge,mia cara, è solo per i super…
    Comunque per stasera

  39. Spero tutto ok buona giornata mia dolce stella….un bacio…AnnA

  40. Una poesia pepata e gustosissima.
    L’autore, chiunque egli sia, è un grande….
    🙂

  41. E’ semplicemente esilarante… in un insieme magico che accoppia doppi sensi e la simpatia genuina del vernacolo.

    Blog molto bello ed interessante.
    Un saluto. Mimmo

  42. Due commenti ti homan dato, due, i primi due e non ne trovo nessuno.
    Li ho inviati a qualcun altro?


Comments RSS TrackBack Identifier URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...