buona domenica!

     

Michelle Pfeiffer

Michelle Pfeiffer, attrice americana, è nata a Santa Ana, California, il 29/04/1957.

Da ragazzina coltivava il sogno di diventare giornalista, ma dotata di raffinata bellezza vince il titolo di Miss Orange County e Miss Los Angeles;notata ed indirizzata verso il mondo dello spettacolo a 19 anni ha l’opportunità di prender parte ad un episodio della serie televisiva "C.H.iP.s". La bionda attrice si fa le ossa recitando in ruoli marginali  sia in TV che al cinema fino al 1983 quando, nel ruolo di Elvira in  "Scarface", accanto ad Al Pacino, conquista il pubblico con la sua sensualità, ingenua e delicata ed una recitazione spontanea.Dopo due anni Michelle Pfeiffer si fa notare nella commedia di John Landis "Tutto in una notte" e con le già affermate Cher e Susan Sarandon in "Le streghe di Eastwich", nel 1987, per la regìa di George Miller. Testimonial del sapone "Lux"gli stupendi occhi di Michelle Pfeiffer conquistano il mondo, mentre lei continua a recitare diventando sempre più brava. Tra le sue interpretazioni più riuscite ricordiamo "Le Relazioni Pericolose", accanto ad una terribile Glenn Close, "Paura d’amare", "Storia di noi due"e "L’età dell’innocenza". Dopo aver rifiutato ruoli nei quali altre attrici hanno vinto l’Oscar, Michelle Pfeiffer ha fondato una casa di produzione, la "Via Rosa Productions", che ha produtto molti dei suoi  film degli ultimi anni come "Qualcosa di personale", con Robert Redford, "Un giorno per caso" con George Clooney, "A Gillian, per il suo Compleanno" e "In fondo al cuore”.

 
pag.web

       

         "Relazioni pericolose" Michelle Pfeiffer  e John Malkovich

            

Buon 8 Marzo a tutte le donne, ai loro mariti, compagni, o fidanzati. Con affetto, tumbergia.

            

Annunci

Due Stelle

      

      Grace Kelly

        

       Grace Kelly

Vero Nome: Grace Patricia Kelly
Data di nascita: 12/11/1929
Luogo di nascita: Philadelphia – Pennsylvania – USA
Data di morte: 14/09/1982
Luogo di morte: Montecarlo – Principato di Monaco
Altezza m 1,70

Fin dall’esordio, prima come mannequin per le maggiori riviste femminili di moda, poi come debuttante a Broadway e, infine, nel 1949, come attricetta televisiva, Grace è una protagonista dell’immaginario sia maschile che femminile.
Bella, alta, bionda, elegante e sofisticata, corpo esile e flessuoso, in straordinario contrasto con le bellezze, giunoniche e formose del tempo, il suo vantaggio risiede proprio in questo: avere un’immagine ed una personalità esattamente contrari a quelli imperanti; e in più ha una volontà d’acciaio e una determinazione assoluta a raggiungere il successo.
La MGM la mette sotto contratto facendole girare "MOGAMBO", di John Ford, una storia drammatica, ambientata nella giungla del Congo e incentrata sul triangolo amoroso CLARK GABLE, AVA GARDNER, Grace Kelly.
Questa pellicola, oltre a farla diventare una star di livello internazionale, le procura una nomination agli Oscar, come miglior attrice protagonista.

                   

Cary Grant

         

Cary Grant
Nome completo: Archibald Alexander Leach
Data di nascita: 18/1/1904
Bristol, Gloucestershire, Inghilterra

Data di morte: 29/11/1986

Attore statunitense di origine inglese. A quindici anni fugge da casa per seguire un gruppo di saltimbanchi e al loro seguito lascia la natia Inghilterra per sbarcare a New York. Per anni lavora in teatri di secondo rango (salvo un’apparizione a Brodway accanto all’attrice F. Wray), fino a quando, ormai quasi trentenne, si trasferisce a Hollywood e ottiene un ingaggio alla Paramount che gli vale una piccola parte in This is the Night (Questa è la notte, 1932) di F. Tuttle. Già nel film successivo, Il diavolo nell’abisso (1932) di M. Gering, gli viene affidato un ruolo di maggior peso: è secondo ufficiale di bordo, al fianco del comandante G. Cooper; alto e atletico, ha la stessa andatura dinoccolata di quest’ultimo, al quale in seguito verrà spesso paragonato. Ma in più, rispetto a Cooper, possiede una capacità di introspezione e un’attenzione per le sfumature psicologiche, che rendono la sua recitazione profonda e penetrante. Seguono una quantità di film di notevole successo.

Ha ricevuto nel ’70 l’Honorary Haward (Oscar alla carriera) per la sua capacità unica nell’arte della recitazione cinematografica. Ha vinto l’Oscar nel ’42 per "Ho sognato un angelo" e nel ’45 per "Il ribelle".

Curiosità su Cary Grant
Ha recitato in commedie divertenti ("Arsenico e vecchi merletti") e sentimentali ("Susanna"), ma le sue interpretazioni migliori le ha date diretto da Hitchkock: "Caccia al ladro" nel ’55 accanto a Grace Kelly e "Intrigo internazionale" nel ’59.

pag. internet

~Inserire immagini piccole. Il blog va fuori asse. Grazie.~

Amici, per favore, inserite immagini che non superino i 400 pixel, non riesco a entrare nel blog.

                                       

I bellissimi

      

Rita Hayworth

      

Rita Hayworth

Rita Hayworth 
Scritto da fielemiele    
Rita Hayworth
…splendida , elegante, in poche parole bellissima….

Di origini spagnole, la bella e bruna Margarita nasce a Brooklyn, New York, dove trascorre un’infanzia tutt’altro che felice. Suo padre infatti, il celebre ballerino Eduardo Cansino, la strappa da subito ai giochi per insegnarle il flamenco e non appena sua figlia compie dodici anni la porta con sé in tournée.

Notata da un talent-scout della 20th Century Fox, la giovane ragazza lavora in una serie di film di poco conto, fin quando nel 1935 il produttore Harry Cohn resta accecato dalla sua bellezza e le procura un vantaggioso contratto con la Columbia.

Trasformata da bruna in rossa e messo in risalto il suo fascino latino con del trucco e dei vestiti azzeccati, Rita Hayworth (lo pseudonimo impostole dallo studio) viene impiegata in una serie di film di successo, dalla commedia – come il celebre Bionda fragola (The Strawberry Blonde, 1941) – al dramma sentimentale – amoreggia splendidamente con Tyrone Power in Sangue e arena (Blood and Sand, 1941) – fino al musical – come Non sei mai stata così bella (You Were Never Lovelier, 1942), accanto a Fred Astaire, e Fascino (Cover Girl, 1944) -.

Dopo aver intrattenuto i soldati americani al fronte durante la seconda guerra mondiale, la fiammeggiante Rita Hayworth ottiene il meritato trionfo interpretando la sensuale protagonista del film noir Gilda (Gilda, 1946) di Charles Vidor, in cui, accanto al partner (e per un periodo amante) di sempre Glenn Ford, l’attrice da il meglio della sua provocante sensualita, in numeri musicali come Put the Blame on Mame e Amado mio, ma dimostra anche intense doti drammatiche. Divenuta ormai una star, la Hayworth viene soprannominata la "Dea dell’amore" e si merita anche l’appellativo di "Atomica".

      

Tyrone Power

Al talento di famiglia Tyrone aggiungeva una straordinaria bellezza che fu, paradossalmente, il suo limite. Scritturato dal boss della Fox Zanuck Tyrone sarebbe diventato la perfetta incarnazione del divo del cinema, un semidio autentico, in un mondo inaccessibile, nulla a che vedere con gli umani. A 23 anni è già protagonista de I Lloyds di Londra. È l’inizio di una vera leggenda: l’amatissimo divo, il più grande amoroso della storia del cinema. Una volta scommise che non sarebbe passato un minuto pnma che qualcuno lo riconoscesse in strada. Era in Messico e vinse la scommessa. L’avrebbe vinta anche a Parigi, Roma o a Madrid. Uomo di alta cultura, gentile ed educato, titolare di una tecnica recitativa profonda e completa, si vide usare semplicemente per la sua presenza e per ruoli che permettevano grandi incassi ma scarsissima arte. E infatti Power non ha mai ottenuto l’Oscar, che è la vera consacrazione dell’attore completo, ee neppure una nomination. Ha coperto tutti i ruoli, alcuni dei quali fanno parte della più bella ed eterna iconografia del cinema. Per esempio Zorro, oppure il torero Gallardo in Sangue e arena, oppure il romantico Larry Darrell che cerca se stesso fra Parigi e il Tibet ne Il filo del rasoio tratto dal romanzo di Somerset Maugham. L’uomo più amato dalle donne del mondo ebbe matrimoni disastrosi. L’attrice francese Annabella, e poi con Linda Christian, lo tradirono sistematicamente, poi lo sfruttarono. Condusse una vita come se fosse davvero tutta di ultimi giorni, girando il mondo, fra un film e l’altro, pilotando il suo aereo, in cerca sempre del nuovo, proprio come Larry Darrell. Morì a Madrid, di infarto, sul set di Salomone e la regina di Saba, a soli 45 anni. Tyrone Power, più di tutti i suoi pari faceva sentire le donne segretamente amate e desiderate, e gli uomini belli, eroi e seduttori. Nel sontuoso palazzo del sogno che era quella Hollywood, nessuno come lui si trovava a proprio agio. Senza di lui il cinema davvero non sarebbe il cinema.
      

Tyrone Power

~Inserire immagini piccole. Il blog va fuori asse. Grazie.~

 

                        

Ginger e Fred

   

  Ginger Rogers e Fred astaire (clicca sull’immagine per ingrandire)

       

Frederick Austerlitz, in arte Fred Astaire, nasce ad Omaha, Nebraska, il 10 maggio 1899. Figlio di un facoltoso austriaco emigrato in America, studia all’Alvienne School of Dance e alla Ned Wayburn School of Dancing. Fin da piccolo è legatissimo alla sorella maggiore Adele, che sarà la sua partner professionale per più di venticinque anni. Fin da piccolo Fred Astaire, spinto da un’irrefrenabile attrazione nei confronti della danza, prende lezioni e impara i passi essenziali. Appena si sente pronto inizia a danzare nei cabaret e nei teatri di vaudeville insieme all’inseparabile sorella.

                       

                        Ginger Rogers

Il 1934 è l’anno che ufficializza un grande sodalizio diventato proverbiale (Fellini ne trarrà spunto per uno dei suoi ultimi film), quello con Ginger Rogers. Protagonisti insieme di alcuni titoli, ottengono un clamoroso successo con "Cappello a cilindro", un successo talmente ampio che si può considerare il punto massimo della loro carriera. Si tratta di una storia sentimentale in cui i due, fra un dialogo e l’altro, si scatenano in una serie di coreografie davvero pirotecniche ed entusiasmanti, tali che è impossibile non rimanerne sbalorditi e coinvolti.

              

              pag. Internet

 

~Inserire immagini piccole. Il blog va fuori asse. Grazie.~

 

                        

DIVE miss Italia

                

                Sofia Loren

                            

                            Sofia Loren

Che errore con Sofia!
Passerella nel 1950 per una candidata che si chiama Sofia Scicolone: è di Roma e ha 16 anni. Non vince, la corona va alla coetanea Anna Maria Bugliari di Salerno, ma a furor di pubblico, per la futura Sofia Loren, viene istituito il titolo di «Miss Eleganza». Lo scrittore e giornalista Orio Vergani che la vide sfilare scrisse di lei: «Troppo alta, troppo magra, troppo poco donna, troppo adolescente». Non sembrerebbe. 
 
1950: Miss Italia è Anna Maria Bugliari. La giuria la preferisce a Sofia Scicolone, futura Sophia Loren.

                             

                           Anna Maria Bugliari, preferita a Sofia Loren

                             

                             Lucia Bosè eletta Miss Italia

Lucia Bosè è nata a Milano nel 1930, e oggi è una delle attrici italiane più affermate.
Bellezza sognata dagli italiani degli anni cinquanta, splendida Miss Italia nel 1947 e,subito dopo, diva consacrata da registi quali De Santis, Antonioni e Bunuel.

                             

                              Lucia Bosè

                            

                             Gina Lollobrigida

Nata a Subiaco nel 1927, la bellissima e affascinante Lollo, come presto venne chiamata da tutti gli italiani, iniziò la sua carriera nel 1947 quando venne eletta Miss Italia. Negli anni Cinquanta girò più di 30 films, il più famoso dei quali, "Pane, amore e fantasia" di Luigi Comencini, nel 1953. Ritiratasi dal cinema nel 1975, si è dedicata al giornalismo e alla fotografia con un discreto successo

                             

                              Gina Lollobrigida

                              

                              Silvana Mangano

Nasce a Roma nel 1930 e viene eletta Miss Italia nel 1946. Nel 1949 si impone nel ruolo della mondina dalla sessualità prorompente nel film "Riso amaro" di Giuseppe De Santis. Nel 1949 sposa il produttore Dino De Laurentis. Entrata di diritto nel gruppo delle "maggiorate fisiche" interpreterà poi pellicole sempre più raffinate e intense. Il meglio di sé lo ha dato con registi come Pasolini e Luchino Visconti

                              

                               Silvana Mangano

                              

                                 Silvana Pampanini

Data e luogo di nascita:25 Settembre 1925, Roma, Italia
Da giovanissima studia canto, passione che eredita dalla zia,
Rosetta Pampanini, celebre cantante lirica. Nel 1946 partecipa a Miss Italia e, nonostante il pubblico l’abbia proclamata vincitrice, la giuria decide diversamente perché Silvana è troppo sexy per quei tempi.  2a a Miss Italia. Nel 1951 gira "Bellezze in bicicletta" accanto a Delia Scala (con borraccia).

                   

                                  

                                          Silvana Pampanini


~Inserire immagini piccole. Il blog va fuori asse. Grazie.~

 

                        

Divi del cinema muto

           

          

Lil Dagover (1887-1980)
Divenne immediatamente famosa nella parte di Jane, la figurina diafana, avvolta in un lungo camicione bianco, che viene rapita da Cesare, lo spettrale automa del diabolico dottor Caligari e trascinata per gli sghembi e allucinati sentieri disegnati su enormi cartoni. Il gabinetto del dottor Caligari è un film diretto dal regista Robert Wiene. Sicuramente è il primo film horror della storia ma, soprattutto, il primo film dove l’idea che il terrore psicologico sia terrificante tanto quanto quello fisico (e delle volte lo è anche di più), si fa strada nel mondo del cinema. Massima espressione del cinema espressionista e grande capolavoro del cinema muto.

          

            

Charlie Chaplin (1889-1977)

Chaplin mosse i primi passi nel mondo dello spettacolo a soli cinque anni, cantando una canzone poplare molto nota all’epoca, e a otto anni, grazia al padre, Charles Chaplin Senior, entrò a far parte del corpo di ballo, l’Eight Lancashire Lads. Dopo una tournée in Europa, Charlie torna in America e viene notato dal produttore Mack Sennett, che, nel novembre 1913, lo mette sotto contratto per la casa cinematografica Keystone. Inizia così la sua brillante carriera nell’era del cinema muto. Nel 1918 Charlot decise di mettersi in proprio e passò alla First National, con cui fece dieci film (fino al 1923). Fu proprio la First National – grazie anche all´interessamento del fratello Sidney, ormai suo procuratore – a corrispondergli il favoloso ingaggio di un milione di dollari, cachet mai guadagnato prima da un attore.Nel 1919 Charlie Chaplin insieme ad alcuni colleghi (fra cui Mary Pickford, Douglas Fairbanks e David Wark Griffith) fondò la United Artists Corporation. Da allora in poi curerà da solo ogni fase della sua produzione cinematografica, attorniato da un gruppo di fedelissimi quanto preziosi e competenti collaboratori.

pag. Web

                        

 

~Inserire immagini piccole. Il blog va fuori asse. Grazie.~

                   

Ho il piacere di pubblicare una poesia scritta dall’amico Emozionantoti.

Poesia dialettale scritta pensando proprio alla mitica Anita e alla dolce vita.

                      

"Er fontanone"
Se veni a Roma
nun te poi scordà
de buttà ‘na moneta
drento ‘sta fontana
che, ner rione Trevi,
sotto le fette der colle Quirinale,
s’illumina la sera de coppiette.
Anzi…sai che tte dico?
potresti facce ‘n bagno..
sì , perchè qui da noi
è "dorce vita"
e, se ce ggira,
te chiamamo Anita.

traduzione

"Il fontanone" (Piazza di Trevi)
Se vieni a Roma
non ti puoi scordare
di buttare una moneta
dentro a questa fontana
che, nel Rione Trevi,
ai piedi del colle Quirinale,
s’illumina la sera con le coppiette.
Anzi…sai che ti dico?
Potresti farci un bagno…
si, perchè qui da noi (a Roma)
significa "dolce vita"
e, se in quel momento siamo allegri,
ti chiamiamo Anita.

emozionantoti.splinder.com

~Inserire immagini piccole. Il blog va fuori asse. Grazie.~

  • Calendario

    • agosto: 2019
      L M M G V S D
      « Dic    
       1234
      567891011
      12131415161718
      19202122232425
      262728293031  
  • Cerca