Qualcuno mi convinca

    Osama Bin Laden
 

Propaganda elettorale, o politica economica?!

Osama Bin Laden, ucciso? non ci credo! Perchè avrebbero seppellito il cadavere in fondo al mare?
Osama Bin Laden,  feroce criminale, terrorista.  Verissimo!

Tu, POPOLO AMERICANO quanto sei civile? morte e distruzione non ti hanno insegnato che non si festeggiano i crimini. Mi dispiace!

Annunci

Massimo Troisi – ‘O “ssaje comme fa ‘o core

     

'O "ssaje comme fa 'o core

Tu stive 'nzieme a n'ato
je te guardaje
e primma 'e da' 'o tiempo all'uocchie
pe' s'annammura'
già s'era fatt' annanze 'o core.
"A me, a me" …
'o "ssaje comme fa 'o core
quann' s'è 'nnamurato …

Tu stive 'nzieme a me
je te guardavo e me dicevo …
comme sarrà succiesso ca è fernuto
ma je nun m'arrenno
ce voglio pruva'.

Po' se facette annanze 'o core e me ricette:
tu vuo' pruvà? E pruova,
je me ne vaco …
'o "ssaje comme fa 'o core
quanno s'è sbagliato

 Massimo Troisi

Attore che ho tanto amato per la sua semplicità e umanità. Come un amico che entra a casa tua e nel  farti compagnia ti diverte tantissimo.

‘a fenesta

‘a fenesta
 
E tengo na fenesta a pianterreno,
c’affaccia int’ a na strafa scanusciuta;
cu n’aria profumata, e na veduta,
ca si t’affacce, nun t’ ‘a scuorde cchiù.
 
Si stongo ‘e buonumore, affacci’ a mmare,
e veco semp’ ‘o stesso bastimento
ca parte chin’ ‘e fede e sentimento,
e c’ ‘a bandiera d’ ‘a sincerità.
 
Parte ciuro, e nun arriva maje.
Quanno s’abbìa, sabbìa c’ ‘o maistrale;
ma ncòccia sempre ‘o stesso tempurale,
‘o stesso maletiempo, e adda turnà!
 
Quanno senza speranza, e senz’ammore
m’affaccio e vec’ ‘o stesso bastimento,
nce mengo dinto ‘o core mio scuntento,
e c’ ‘o mare ntempesta dico: "Va".
 
Quann’è bontiempo, ognuno è marenaro
e se vulesse mettere a temmone…
C’ ‘o mare ncalma, tutte songo buone
‘e purtà nu vapore a passià.
 
Miéttece a buord’ ‘o bene ch’ ‘e vuluto,
e tutt’ ‘o chianto amaro ch’è custato…
Nisciunu bastimento s’è affunnato
quanno ce’ ‘e miso a buordo ‘a Verità. 
 
Eduardo De Filippo

1947
 
[scuorde: dimentichi; s’abbìa: s’avvia; maistrale: maestrale; ncòccia: intoppa: nce mengo dinto: ci butto dentro; temmone: timone; passià: passeggiare; chianto: pianto; affunnato: affondato] 
 

La storia di sempre

Gazzetta del Sud – domenica 6 Aprile 2008 Arte Cultura Spettacolo in Sicilia

Vi presento la Compagnia del teatroinstabile (teatroinstabile.splinder.com). Compagnia Teatrale della quale faccio parte.  Dedico questo post alla nostra Autrice-attrice prima donna, Daniela Galletta, e a Sergio Loteta (suo marito nella vita e nella "Storia di sempre"), attore di grande talento. Incrociando le dita, abbraccio tutta la compagnia. Tumbergia

~Inserire immagini piccole. Il blog va fuori asse. Grazie.~

Tango Ironico

   Imperdibile!    

"Il sentimento del contrario". Il tango denudandosi dei suoi abiti,lascia spazio all’elemento comico senza comunque essere dissacratorio. Qui i tangheri esasperano in modo grottesco il concetto del tango per altro apprezzato dai veri intenditori, e criticato da alcuni. La tua opinione?

 

Capussy y Flores (tango ironico)

~Inserire immagini piccole. Il blog va fuori asse. Grazie.~

Miti di mamma e papà…

                 

                  Marilyn Monroe

                 

                 Marlon Brando

                 

                 Marilyn Monroe

Norma Jean Baker, in arte Marilyn Monroe, nacque a Los Angeles nel 1925.
Come una dea del passato. Amata e ancora amata. Sono trascorsi oltre quarant’anni dalla sua triste morte, ma il ricordo e la venerazione per quella bellezza evidente e fragile sono imperituri.
Marilyn Monroe è un mito per settantenni, cinquantenni, trentenni, per chi ha visto i suoi film come per chi non sa citarne nemmeno un titolo. E chissà se gli adolescenti di oggi perdureranno la leggenda.

Marlon Brando, Jr. (Omaha, Nebraska, 3 aprile 1924 – Los Angeles, California, 1 luglio 2004) è stato un attore cinematografico statunitense di fama mondiale.
Ricevette otto candidature all’Oscar (che si aggiudicò due volte, rifiutandosi però una volta di ritirare la statuetta in segno di protesta contro le ingiustizie verso le minoranze etniche); la sua filmografia conta appena un pugno di capolavori e molte partecipazioni a film non indimenticabili: in tutto poco più di una quarantina. Nonostante ciò, è stata una fra le maggiori stelle del firmamento cinematografico hollywoodiano ed è comunemente riconosciuto come uno dei migliori interpreti della storia del cinema.

(miti di mamma e papà… e anche miei)

Inserite immagini piccole, grazie!

Abbe Lane e Xavier Cugat

             

             

             

              

Abbe Lane (nome d’arte di Abigail Francine Lassman; New York, 14 dicembre 1932) è una cantante e attrice statunitense che è stata in auge soprattutto negli anni cinquanta e sessanta.
Come personaggio della televisione le è stata dedicata una stella dell’Hollywood Walk of Fame al 6381 di Hollywood Boulevard.
Nata nel quartiere di Brooklyn mosse ancora bambina i primi passi nel mondo dello spettacolo come attrice di radio, riuscendo poi ad imporsi come cantante e ballerina di Broadway.
Affermatasi come femme fatale, ebbe grande popolarità in Italia, dove recitò in diversi film e partecipò a show televisivi raccogliendo tuttavia anche critiche per la sensualità che esprimeva, considerata troppo provocante per i costumi dell’epoca.
Lane è stata sposata dal 1952 al 1964 con il musicista e direttore d’orchestra spagnolo Xavier Cugat la cui influenza è stata evidente nella produzione musicale dell’attrice-cantante, costituita prevalentemente da ritmi latino-americani come ad esempio il mambo e la rumba.
Negli Stati Uniti ha partecipato a numerosi spettacoli televisivi fra cui Toast of the Town, recitando anche in ruoli secondari per serie tv quali The Flying Nun, The Brady Bunch o Hart to Hart and Vegas.

nota: di Abbe Lane, mio padre ne decantò sempre le qualità…