‘a fenesta

‘a fenesta
 
E tengo na fenesta a pianterreno,
c’affaccia int’ a na strafa scanusciuta;
cu n’aria profumata, e na veduta,
ca si t’affacce, nun t’ ‘a scuorde cchiù.
 
Si stongo ‘e buonumore, affacci’ a mmare,
e veco semp’ ‘o stesso bastimento
ca parte chin’ ‘e fede e sentimento,
e c’ ‘a bandiera d’ ‘a sincerità.
 
Parte ciuro, e nun arriva maje.
Quanno s’abbìa, sabbìa c’ ‘o maistrale;
ma ncòccia sempre ‘o stesso tempurale,
‘o stesso maletiempo, e adda turnà!
 
Quanno senza speranza, e senz’ammore
m’affaccio e vec’ ‘o stesso bastimento,
nce mengo dinto ‘o core mio scuntento,
e c’ ‘o mare ntempesta dico: "Va".
 
Quann’è bontiempo, ognuno è marenaro
e se vulesse mettere a temmone…
C’ ‘o mare ncalma, tutte songo buone
‘e purtà nu vapore a passià.
 
Miéttece a buord’ ‘o bene ch’ ‘e vuluto,
e tutt’ ‘o chianto amaro ch’è custato…
Nisciunu bastimento s’è affunnato
quanno ce’ ‘e miso a buordo ‘a Verità. 
 
Eduardo De Filippo

1947
 
[scuorde: dimentichi; s’abbìa: s’avvia; maistrale: maestrale; ncòccia: intoppa: nce mengo dinto: ci butto dentro; temmone: timone; passià: passeggiare; chianto: pianto; affunnato: affondato] 
 

Annunci

Osvaldo Zotto

Grave perdita nel mondo del Tango Argentino:  Il 9 gennaio 2010 è scomparso Osvaldo Zotto, grande maestro di Tango. Ci mancherà  il suo grande talento e il suo profondo senso di umanità. 
Nel mese di novembre Osvaldo Zotto aveva tenuto un corso di tango argentino a Messina (Hasta La Milonga – Magazzini Del Sale)
  

 

        Tango "Gallo Ciego" by Osvaldo Zotto and Lorena Ercimoda

 

      Osvaldo Zotto al Salone Margherita di Napoli

                  

           Una Rosa per il grande maestro Osvaldo Zotto